"I Dossier di nailpro.it
ogni mese, per tutto il mese, una raccolta di
articoli focalizzati su un tema particolare

La Rivoluzione del Semipermanente

La Rivoluzione del Semipermanente

Una chiacchierata con Katia Riccio, per scoprire i segreti di questo straordinario trattamento. (Da Nailpro Marzo/Aprile 2014)

È approdato nel panorama estetico ormai diversi anni fa, e da allora ha cambiato completamente il settore manicure. La rivoluzione è stata quella di rispondere, finalmente, alle esigenze di tante donne che non amavano la ricostruzione unghie e che, per questo, non avevano ancora trovato il servizio manicure ideale. Il semipermanente è ormai il must-have non solo dei saloni specializzati in unghie ma anche (e forse soprattutto!) degli istituti di estetica. 

Il semipermanente è un trattamento per le unghie naturali che dà la possibilità di avere un effetto “unghia perfettamente smaltata” per oltre 15 giorni. Fin dal suo lancio sul mercato ha immediatamente avuto un enorme successo, andando a rispondere alle esigenze di tutte quelle donne che amano avere unghie curate e in ordine, ma che non sono mai ricorse alla ricostruzione oppure non vogliono sentirsi “costrette” ad effettuare la manicure con smalto più volte alla settimana. Per le operatrici del settore, lo smalto semipermanente è diventato una nuova fonte di business e ha creato un valore aggiunto ai servizi di manicure e pedicure.

Cosa ha reso il semipermanente un trattamento così richiesto?

È veloce
Lo smalto semipermanente ha ridotto notevolmente i tempi di applicazione e rimozione del prodotto. Fate un paragone pensando alla ricopertura con gel colorati: in media l’applicazione dello smalto semipermanente richiede tra i 30 e i 50 minuti. Questo costituisce un enorme vantaggio sia per l’operatrice, sia per la cliente. Inoltre al termine del servizio non è previsto un tempo di attesa per l’asciugatura, come accade con lo smalto classico, in quanto il semipermanente si asciuga in lampada UV o LED. Quindi con lo smalto semipermanente si è subito pronte per qualsiasi attività!

È comodo
Lo smalto semipermanente non si sbecca al primo urto, rimane sempre lucido e permette di avere le mani in ordine per almeno due settimane!

È facile da applicare 
Dopo aver eseguito una manicure di preparazione, lo smalto semipermanente si stende facilmente come uno smalto tradizionale. Prevede l’applicazione di un base coat prima del colore e di un top coat per sigillare la manicure. Ogni passaggio asciuga in pochissimo tempo in lampada LED o UV a seconda dello specifico prodotto.

Non rovina le unghie naturali 
L’applicazione e la rimozione dello smalto semipermanente, se correttamente eseguite, non comportano alcun rischio per le unghie naturali! A questo proposito, il mio consiglio è di diffidare di prodotti che non sono abbinati a uno specifico solvente. 

È divertente
Anche con lo smalto semipermanente si possono eseguire bellissime nailart, applicare strass o brillantini e realizzare manicure esclusive, arricchite da elementi che avranno la stessa durata del trattamento!

Nonostante i molti pregi di questo sistema, non si può non ammettere, però, che il semipermanente ha alcuni limiti superabili solo con la ricostruzione.
Con il semipermanente, infatti:

Non si possono allungare le unghie naturali, né con form, né con tip
Il semipermanente si stende sull’unghia naturale corta o di media lunghezza. Se la cliente ne presenta alcune più lunghe, alcune più corte, vanno tutte accorciate senza possibilità di procedere all’allungamento.

Non si possono trattare le unghie con problematiche estetiche
Onicofagia, onicogrifosi, unghie a cucchiaio, unghie a ventaglio sono tutte problematiche delle unghie naturali che si possono risolvere solo con la ricostruzione in gel o acrilico. Con il semipermanente non è possibile creare alcuna struttura o allungamento, ma un semplice strato di “rinforzo” a effetto smalto.

Non si può pretendere una durata pari a quella della ricostruzione
Un servizio di manicure con lo smalto semipermanente dura in media 15 giorni e, non essendo strutturato per resistere a urti e colpi, si può rompere facilmente se raggiunge una lunghezza eccessiva. È sconsigliabile, a questo riguardo, limare le unghie trattate con semipermanente per accorciarle, poiché la limatura del bordo libero potrebbe causare lievi sbeccature del colore in punta.

In conclusione, grazie all’arrivo dei semipermanenti tra i prodotti per la bellezza delle unghie i professionisti del settore hanno potuto aumentare la loro clientela e il loro volume d’affari e anche le donne che preferiscono unghie corte ma belle da guardare hanno la possibilità di averle con un servizio veloce, non invasivo ed economico!

Gennaio/Febbraio 2017  


 Leggi gli altri articoli del Dossier: 

ABBONATI A NAILPRO

ABBONATI A NAILPRO

Nailpro arriva direttamente a casa tua o presso il tuo centro! Scopri la formula di abbonamento più adatta alle tue esigenze.

ABBONATI O REGALA NAILPRO