"I Dossier di nailpro.it
ogni mese, per tutto il mese, una raccolta di
articoli focalizzati su un tema particolare

Elimina l’acqua dalla Pedicure

Elimina l’acqua dalla Pedicure

Una pedicure "non convenzionale" può avere i suoi benefici: per te e per la tua cliente.
La pedicure senz'acqua sembra qualcosa di controintuitivo, ma è un servizio alternativo conveniente, efficiente e lungimirante. Alcuni saloni hanno abbandonato la classica pedicure per questo tipo di trattamento, raggiungendo un inaspettato successo.

D'altra parte, le poltrone per pedicure con vaschetta idromassaggio sono un investimento costoso, senza contare che il continuo ricambio d'acqua non è certo positivo né per la bolletta né per l'ambiente. Le vasche per pedicure hanno bisogno di pulizia approfondita e manutenzione continua e non è detto che l'efficacia dell'idromassaggio, cliente dopo cliente, rimanga invariata.
Eliminare l'acqua dalla pedicure è più sicuro per la salute delle clienti (senza vaschetta si neutralizza il proliferare di germi, funghi e batteri), fa risparmiare tempo ed è una scelta eco-friendly.

 

Perché cambiare?

Chi ha detto che il pediluvio sia un passaggio indispensabile per una perfetta pedicure?
Iniziare il trattamento mettendo a bagno i piedi della cliente è per lo più una consuetudine ereditata dalle scuole di estetica, ma non è detto che le consuetudini debbano essere valide per sempre e per tutti. Usare la vaschetta per pedicure, oltretutto, richiede una serie di controlli e di procedure igienico-sanitarie, chiaramente indicate dal produttore sulla confezione, che è bene seguire scrupolosamente per tutelare la salute dei clienti: l'attenzione deve essere massima e l'uso di vaschette "hi-tech" con idromassaggio e altri optional può richiedere una certa dose di lavoro supplementare, a meno che tu non voglia andare incontro a clienti scontente o a vere e proprie sanzioni in caso di controlli.

Molte onicotecniche sono convinte che il pediluvio renda le unghie più morbide e quindi più facili da tagliare e che l'acqua ammorbidisca la pelle rendendola più ricettiva all'azione dei prodotti. L'effetto emolliente dell'acqua non è però così indispensabile se si investe negli strumenti e nei prodotti giusti; in altre parole, se si usano ottime tronchesi, forbicine e lime e prodotti di alta qualità per cuticole e calli, pur rinunciando al pediluvio l'approccio non sarà particolarmente difficoltoso.

Un'altra preoccupazione di molte tecniche è il fatto di privare le clienti di un momento rilassante e piacevole come quello del pediluvio, ma si può regalare comunque una straordinaria esperienza di benessere puntando su un bel massaggio approfondito e prolungato. I vantaggi di una pedicure senz'acqua superano di gran lunga quelli di una pedicure tradizionale, anche per quanto riguarda il portafoglio. Il risparmio di acqua è notevole, basta provare per qualche mese a eseguire pedicure "a secco" e poi controllare il risultato sulla bolletta.

Quando si sviluppa una nuova tipologia di trattamento è sempre bene dare alla cliente più di un'alternativa, ma non troppe, altrimenti spiegare tutte le differenze finirebbe per diventare complicato e porterebbe via troppo tempo. L'ideale sarebbe offrire due opzioni: una pedicure "di base" e una pedicure "deluxe".
La prima consiste nella sistemazione delle unghie e delle cuticole, la seconda comprende anche una serie di servizi aggiuntivi come l'eliminazione dei calli, l'esfoliazione, il bagno di paraffina e/o un massaggio. Il tempo richiesto dal trattamento, così come il costo, variano ovviamente in base alla tipologia scelta: per il servizio di base si impiegano all'incirca 20 minuti, quello deluxe richiede almeno 45 minuti. Se i vari extra (pulizia calli, esfoliazione, bagno di paraffina, massaggio) fossero offerti separatamente, stabilire ogni volta il costo del trattamento risulterebbe decisamente problematico.
Ma se questi extra sono compresi in un unico pacchetto "deluxe", la maggior parte delle clienti sarà più propensa a scegliere questa variante, più completa per lei (e più remunerativa per te).

L'aggiunta di smalto, gel, nailart, applicazioni o anche la semplice lucidatura delle unghie con il buffer sono altri piccoli extra per i quali devi mettere in conto un tempo e un costo aggiuntivo, seppur commisurato all'effettivo impegno che ti richiede. Ricorda che gli extra possono interessare a qualsiasi tipo di clientela (maschile e femminile) e stai quindi sempre attenta a come li descrivi e li presenti nel tuo listino.

"I vantaggi di una pedicure senz'acqua superano di gran lunga quelli di una pedicure tradizionale , anche per quanto riguarda il portafoglio."

step3

1 Prepara la postazione e fai sedere la cliente. step4
2 Dopo esserti lavata le mani e aver indossato i guanti monouso, pulisci i piedi della cliente con un panno caldo imbevuto di sapone.
3 Rimuovi gli eventuali residui di smalto con un po' di cotone imbevuto di solvente e verifica le condizioni di unghie e pelle. Applica un ammorbidente per cuticole e per calli.
4 Usa una tronchesina per accorciare le unghie e regolane i contorni con una lima di grana
180/400.
step55 Spingi delicatamente indietro le cuticole e pulisci gli eventuali residui con una salvietta. Se le cuticole dovessero essere step6troppo ispide e abbondanti, tagliale con molta cura.
6 Leviga i calli con la raspa.
7 Applica uno scrub esfoliante sui piedi.
8 Ricopri i piedi con la paraffina calda e avvolgili in buste di plastica per 3-5 minuti. 

9 Rimuovi le buste di plastica e pulisci i piedi con un panno caldo inumidito. Togliti i guanti e massaggia piedi, caviglie e gambe basse della cliente con una lozione emolliente. Rimuovi step7poi la lozione in eccesso con un asciugamano asciutto e step8spolveri i piedi con un po' di borotalco.
10 Se la cliente desidera lo smalto, falle indossare un paio di infradito usa e getta e
sistema i piedi su un poggiapiedi leggermente reclinato. Se necessario, usa il separadita e prepara le unghie con gli stessi passaggi che esegui per le mani.

 

step10

   
                                             COSA TI SERVE
EQUIPAGGIAMENTO: Seduta con schienale reclinabile, sgabello, lampada orientabile, carrello con ripiani, kit per scaldare la paraffina, asciugamani, panni.
STRUMENTI: Tronchesi, spingicuticole, tagliacuticole, raspa.  
STRUMENTI MONOUSO: Guanti, lime, salviette per unghie, bastoncini di legno di rosa o di arancia, separadita (cilindretti di cotone), buste di plastica.  
PRODOTTI: Sapone liquido, acetone, ammorbidente per calli e cuticole, scrub, paraffina, lozioni emollienti.
 
Come promuovere il servizio
Rendi le tue clienti consapevoli del nuovo servizio che offri e stuzzica la loro curiosità con qualche piccola strategia di marketing.

1. Sottolinea che questa procedura è la più sicura per la salute e riduce a zero il rischio di venire a contatto con germi e batteri invisibili.Prepara e scrivi una descrizione allettante del nuovo trattamento, spiega alle clienti di cosa si tratta, quanto dura e quanto costa.
2. Spiega chiaramente le policy e le procedure igieniche vigenti nel tuo centro, mettendole anche per iscritto in una brochure e sul tuo sito web.
3. Offri sempre un servizio di qualità, indipendentemente dal tipo di trattamento scelto.
4. Non trascurare la rivendita di prodotti e strumenti specifici per pedicure, incoraggia le clienti a effettuare il mantenimento a casa.

I BENEFICI DI ELIMINARE L'ACQUA

    • Le clienti non devono preoccuparsi che l'attrezzatura sia pulita o meno.
      Le clienti possono depilarsi le gambe prima di una pedicure senza temere possibili irritazioni.
      Si può passare velocemente da una cliente all'altra, senza complesse procedure di pulizia e igienizzazione della postazione.
      I costi sono decisamente più contenuti.
      Il rischio di infezioni batteriche è praticamente azzerato.
    •  
Jamie Schrabeck  

 Leggi gli altri articoli del Dossier: 

ABBONATI A NAILPRO

ABBONATI A NAILPRO

Nailpro arriva direttamente a casa tua o presso il tuo centro! Scopri la formula di abbonamento più adatta alle tue esigenze.

ABBONATI O REGALA NAILPRO