Nailpro
Gen/Feb 2019

Su questo numero il Focus è dedicato alle sfide quotidiane delle onicotecniche.
Di seguito le anteprime di tutti gli articoli che troverete su questo numero.

1901 copertina

Abbonati a Nailpro

Per 12 mesi dalla sottoscrizione comodamente a casa tua, la rivista Nailpro (6 numeri)

>>

Acquista Nailpro Gen/Feb '19

Acquista il numero di Gen/Feb '19 su ZEROVENTI Store. Prezzo di copertina 6,50 € (senza spese di spedizione)

>>

Sfoglia online

Sfoglia il numero di Gen/Feb '19 online

>>

Le Unghie nella Storia

Le Unghie nella Storia

Giugno 2015

Benché le loro dimensioni siano minuscole, specialmente se paragonate ad altre tele, le unghie sono da sempre considerate superfici invitanti sulle quali esprimere l'estro artistico.

Come testimonia l'ultimo secolo di storia, sono stati fatti enormi passi in avanti nello sviluppo di smalti, strumenti e prodotti per la ricostruzione unghie, portando all'esplosione sul mercato della richiesta di manicure.
La storia d'amore tra le donne e le loro unghie ha tuttavia radici molto più antiche: ve la raccontiamo qui, dalla tintura all'henné fino ai moderni finish metallizzati.

 

storia 765000 a.C.
Le donne indiane usano una tintura estratta dalla pianta dell’henné per colorare di rosso le unghie e le dita delle mani, simboleggiando in questo modo l’appartenenza a un ceto sociale elevato.

3200 a.C.
Alcuni oggetti in metallo, come coltellini e pinzette, vengono usati per la cura delle unghie.

3000 a.C.
In Cina, le antiche estetiste formulano una lacca per unghie composta da gomma arabica (linfa indurita dell’albero di acacia), gelatina, cera d’api, albume d’uovo e tinture vegetali. Un infuso di orchidea pestata e petali di rosa dona al composto diverse sfumature di rosa, ma il prodotto deve rimanere in posa diverse ore affinché si ottengano risultati visibili.

600 a.C.
storia 80In Cina fa la sua comparsa il primo, rudimentale esempio di allungamento delle unghie. La dinastia aristocratica degli Zhou ha l’abitudine di utilizzare delle piccole corazze-gioiello per proteggere le delicatissime estremità delle proprie dita. Indossare queste lussuose protezioni rende chiaramente inadatti al lavoro manuale, indicando così l’appartenenza a un ceto elevato. Le corazze protettive sono in genere decorato con metalli e pietre preziose e adornate con simboli di animali beneauguranti come rane e grilli. 

storia 78Medioevo
Noto per essere un periodo buio della storia umana, lo è sicuramente per quel che riguarda le unghie: a giudicare dai ritratti dell’epoca - e anche di molte successive - la manicure standard delle donne è rappresentata da unghie corte e pulite su dita pallide e affusolate. 

Tardo ‘700
Maria Antonietta, regina dei francesi, è nota per l’utilizzo ossessivo della “lime à ongles”, una lima per unghie di pietra pomice.

1850
storia 83Nasce lo smalto per unghie sotto forma di pasta in polvere. Il prodotto viene spalmato sul letto ungueale per lucidarlo. Benché prevalga l’ideale vittoriano di bellezza discreta e purezza morale, alcune donne utilizzano furtivamente un balsamo rosato per donare alle unghie una parvenza di colore.

storia 841878
Apre il primo salone per unghie americano, su West 23rd Street a Manhattan. Il salotto della pioniera Mary E. Cobb è incredibilmente chic, con lampadari pendenti e lussuosi tappeti persiani. I tavoli sono allestiti con bacinelle di acqua di rose, più un assortimento di forbici, lime, pennelli e polveri.

1883
Costituita da un foglio di carta abrasiva incollato a una striscia di cartone, a New York viene brevettata da J. Parker Pray la prima limetta di cartone.

1890
Fanno il loro debutto i primissimi bastoncini d’arancio. Monsieur Sitts, personal pedicurist di re Luigi Filippo di Francia, li usa al posto degli strumenti in metallo per spingere le cuticole delle unghie dei piedi del sovrano.

1900
Uno smalto per unghie lucido viene applicato per la prima volta usando un pennello con setole in pelo di cammello, ma il prodotto non viene commercializzato fino al 1914.

1924
Cutex e Glazo sono i primi a produrre uno smalto liquido colorato, usando una vernice simile a quella utilizzata per le carrozzerie delle automobili. Le signore più sfrontate applicano il rosa velato su più strati sovrapposti, per ottenere un effetto più pop. 

storia 931928
Negli Anni ’20 le ragazze iniziano ad emanciparsi, scoprono le braccia, indossano abiti e gioielli vistosi e si colorano le labbra con il rossetto rosso. Anche la manicure si fa colorata. Nel frattempo, Cutex lancia sul mercato il primo remover a base di acetone sicuro per l’uso domestico. Seguirà nel 1934 il “Cutex Oily Polish Remover”, arricchito con un potente siero in grado di mitigare l’effetto disidratante dell’acetone.

1931
L’85% delle studentesse di college ammettono di usare lo smalto.

storia 941932
Dopo aver venduto smalti per conto dell’azienda del New Jersey Elka, l’imprenditore Charles Revson lancia il brand Revlon, insieme al fratello Joseph e al chimico Charles Lachman, dal cui cognome deriva l’appellativo “L.” dell’azienda. Lucido e duraturo, lo smalto Revlon è una rivoluzione: la sua formulazione a base di pigmenti colorati - e non più di tintura - copre le unghie invece di macchiarle.

Metà Anni ’30
Le prime unghie artificiali, chiamate anche “unghie rimovibili”, vengono presentate durante le fiere di settore.

storia 971934
La Seconda Guerra Mondiale si avvicina e in America sale il patriottismo. Cutex lancia i colori “On Duty” e “Alert”. Elizabeth Arden lo imita nel 1944 con “Montezuma Red”, ispirato al color cremisi delle divise delle donne Marines.

Anni ’50
I saloni sono orgogliosi di presentare il primo asciuga-smalto a getto d’aria, capace di accorciare notevolmente i tempi di asciugatura, rendendo felici moltissime donne impazienti in tutto il mondo.

storia 991957
Fred Slack Jr., un dentista, si taglia un dito mentre sta lavorando. Usando un foglio di alluminio, crea una piattaforma per riparare l’unghia con un miscuglio di monomero e polimero a uso dentale. È nata la prima nail form. Più avanti, Fred Slack III e suo figlio Rick svilupperanno acrilici e gel per unghie, fondando la Nail Systems 1987, oggi nota come NSI.

Lo stesso anno compare sul mercato lo smalto “a pressione”; sarà un buco nell’acqua.

Anni ’60
La diva del cinema Brigitte Bardot porta alla ribalta uno stile sexy, naturale e selvaggio. Revlon risponde lanciando nuovi colori dalle tonalità meno artificiali, come “Naked Pink” e “Blasé Apricot”. Gli Swinging Sixties vedono svilupparsi anche le prime fibre di lino per unghie.

Anni ’70
Nasce il glitter, sulla scia delle luci da discoteca. Diventano popolari le tip.

1972
Nuove e migliorate tecniche di lavorazione dell’acrilico e una più vasta disponibilità di colori permettono la creazione di manicure “ombré” - con una tonalità scura sul pollice che va via via degradando dito per dito, fino a un rosa pallido - per dive come Mary Tyler Moore e Lucille Ball.

storia 1041973
Lou Reed esibisce un trucco punk e unghie color onice.

1978
Jeff Pink, fondatore di Orly International, cambia per sempre il panorama nail donando alle unghie di modelle e attrici un look versatile da abbinare a ogni outfit: nasce il Natural Nail Look, costituito da un letto ungueale rosato sormontato da una lunetta bianca. Prenderà il nome di French Manicure dopo il successo ottenuto alle sfilate di Parigi.

1979
Il dentista Stuart Nordstrom ha una rivelazione sentendo una paziente commentare che il materiale usato per le capsule dentali provvisorie ha lo stesso odore delle unghie di porcellana. Il risultato? La linea SolarNail Sculpting Liquid & Powder, il primo prodotto per allungamento naturale e capace di non ingiallire.

storia 101Anni ’80
Nascono i gel per unghie, che stentano a diffondersi negli USA ma raggiungono invece una grande popolarità in Europa e Asia. Le fibre di seta e fiberglass per unghie diventano una realtà.

1981
Sassy Queens, nata Essie Weingarten, dà il suo nome a una linea di smalti a Las Vegas, conquistando fin da subito celebrità come Joan Rivers. Lo smalto di debutto, Blanc, viene lanciato poco dopo.

1982
Nello studio dentistico di George Schaeffer si fa una scoperta strabiliante: la ceramica dentale usata per le protesi è perfetta per ricostruire le unghie. Con la cognata Suzi Weiss-Fischmann, George Schaeffer fonda OPI.

1985
Piccole protesi per unghie già colorate e adesive vengono lanciate da Lee Pharmaceuticals, ma la loro applicazione a pressione le rende poco stabili. Non avranno successo.

storia 114 Anni ’90
Nascono i gel soak-off, che conquistano subito il mercato nonostante il processo di rimozione sia ancora abbastanza complicato.


storia 1151998

L’Association of Electric File Manufacturers (Associazione dei Produttori di Frese) intraprende una missione formativa per far capire alle tecniche l’importanza di questo strumento. 

2000
In Giappone, abilità tecnica ed estro artistico convergono: nasce la NailArt, che in poco tempo contagia tutto il mondo. I migliorati sistemi UV e i sempre più vari prodotti per l’allungamento e la scultura permettono alle giovanissime artiste delle unghie di creare vere e proprie opere d’arte.

2002
L’esercito americano introduce una modifica al dress code militare, includendo una clausola che vieta esplicitamente smalti dai colori “estremi” e NailArt.

storia 1252009
Gelish raggiunge il successo internazionale; CND lancia Shellac.

storia 140OGGI
Le attività legate alla cura e all’abbellimento delle unghie sono al culmine. Le forme possibili sono sempre di più, così come i finish, da quello cromato a quello matte, passando per l’effetto-sabbia, l’effetto-caviale, l’effetto-pelle. I sistemi gel sono usciti dai saloni per sbarcare nelle case. La NailArt esprime l’umore e la personalità delle donne. Il futuro del settore nail non è mai stato così luminoso.

Francesca Moisin

  

 

Leggi gli altri articoli del Dossier: 

Luci & Ombre

Luci & Ombre

Unghie nero inchiostro attraversate da appariscenti venature colorate che brillano come gioielli: è il tema del nail look di copertina di questo numero di Nailpro, creato dallatalentuosa Amanda Treadway (@luxurynaildesign).

leggi

Vita da Onicotecnica

Vita da Onicotecnica

Creatività, glamour, contatto con le persone: la professione di onicotecnica ha tante entusiasmanti sfaccettature, e lo dimostra il sempre maggiore numero di aspiranti nail designer che affollano i corsi di formazione e le fiere di settore. Una volta trasformata la propria passione in un lavoro vero e proprio, però, presto o tardi si realizza che anche in questo campo non è sempre tutto rose e fiori.

leggi

Fastidi Quotidiani

Fastidi Quotidiani

Ogni professione implica alcuni fattori di rischio per la salute, indipendentemente dal fatto che si tratti di un mestiere sedentario o di movimento. Il lavoro del nail designer presuppone entrambi gli aspetti: si trascorre la quasi totalità del tempo seduti, è vero, ma si eseguono anche svariati movimenti ripetitivi e innaturali, che possono dare origine a sindromi dolorose o esasperare patologie già esistenti.

leggi

In Posizione!

In Posizione!

Uno dei problemi più diffusi con cui le onicotecniche si trovano a dover combattere è il mal di schiena: come nella stragrande maggioranza delle professioni che si svolgono prevalentemente in posizione seduta, spesso una postura che troviamo "comoda" - o che sembra farci lavorare meglio - è in realtà sbagliata e fa più danni che altro.

leggi

Prendiamoci una Pausa

Prendiamoci una Pausa

Occuparsi di bellezza, oggi, prevede anche un'infarinatura essenziale sulla corretta alimentazione. Quale modo migliore per essere credibili e convincenti, se non mettere in pratica in prima persona i consigli che si dispensano alla clientela? È un po' come presentarsi di fronte alla cliente con le unghie curate oppure no: quale impressione dai, in un caso e nell'altro?

leggi

Effetto Caramella

Effetto Caramella

Un nuovo nail look sta scalando i top trend di Instagram: quello delle "jelly nails", le unghie a effetto "caramella gommosa" lanciate da Kylie Jenner la scorsa estate e diventate in breve tempo l'ossessione di tutte le nail addicted. Le loro vibranti sfumature traslucide super colorate le rendono un nail look perfetto per i party di Carnevale che ci attendono. Ma qual è il loro segreto?

leggi

Lezioni di NailArt: Decori Carnevaleschi

Lezioni di NailArt: Decori Carnevaleschi

Maschere, carri, coriandoli... la festa più creativa della stagione invernale è alle porte. Per rendere perfetto qualunque travestimento carnevalesco, anche le unghie necessitano di un concept decorativo particolare e diverso dal solito, che le renda uniche e spettacolari.

leggi

Rimozione Alternativa

Rimozione Alternativa

Lo smalto semipermanente è un must have consolidato in qualunque salone: si applica velocemente, rimane perfetto e brillante a lungo, fa svanire il timore di graffi e sbeccature. Chi comincia a usarlo al posto dello smalto tradizionale raramente torna sui propri passi. Nonostante sia ormai un metodo affermato e praticato nella quasi totalità dei centri nail, tuttavia, c'è ancora chi vi si approccia in modo improprio, soprattutto quando si tratta di rimuoverlo.

leggi

Mali Estremi

Mali Estremi

Il corpo umano è una macchina altamente reattiva: quando fa caldo, suda; quando fa freddo, ha i brividi; quando si sente minacciato rilascia l’ormone adrenalina, che manda su di giri il sistema circolatorio e quello nervoso. Anche se queste risposte sono alquanti prevedibili, non tutti i corpi funzionano allo stesso modo: alcuni, infatti, reagiscono agli stimoli interni o esterni in modo a dir poco esagerato. È questo il caso del fenomeno (o "sindrome") di Raynaud, una particolare condizione che ogni onicotecnica dovrebbe conoscere.

leggi

Le Donne nel Cinema

Le Donne nel Cinema

Oggi attrici, registe e sceneggiatrici cinematografiche sono tra le personalità più influenti e rispettate dall'opinione pubblica: il movimento #MeToo, lanciato proprio da alcune star hollywoodiane, ne è un esempio lampante. Il rapporto del cinema con le donne, tuttavia, non è sempre stato idilliaco.

leggi

È l'Anno del Corallo!

È l'Anno del Corallo!

Il 2019 sarà un anno di allegria e spensieratezza, o almeno è questo l'auspicio del Pantone Color Institute, che ha eletto Living Coral colore dell'anno. Pronta a lasciarti conquistare dalla sua carica di energia e positività?

leggi

Il Potere dell'Unicità

Il Potere dell'Unicità

L'individualità al centro: il concetto che meglio di tutti esprime l'essenza dell'epoca contemporanea, anche per quanto riguarda il look. Ecco allora che le proposte Autunno/Inverno di Schwarzkopf Professional, racchiuse nella collezione #REdefining You, celebrano l'individuo e la sua unicità. 

leggi

Servizio per Due

Servizio per Due

Per molti centri nail, gennaio è un mese di magra: le Feste sono finite, il budget è stato risucchiato nel vortice dello shopping natalizio e le priorità del mese sono altre. Finito gennaio, però, arrivano febbraio e San Valentino: la scusa perfetta non solo per convincere le clienti ad aprire un po’ di più il portafoglio, ma anche per allargare il proprio bacino d’utenza e raggiungere una clientela composta non (solo) da donne, ma da coppie.

leggi

Cuori di Ghiaccio

Cuori di Ghiaccio

Una nailart sfarzosa che celebra San Valentino con i colori freddi dell'inverno, illuminat da scintillanti applicazioni gioiello.

leggi

Intrecci Minimal

Intrecci Minimal

Unghie dalla forma moderna vestite di un elegante nude look e un intreccio grafico in black and white, per un accento originale e chic.

leggi

Cosmic Wonder

Cosmic Wonder

Un color block in salsa sparkling per una manicure capace di illuminare l'intero beauty look con pochi, semplici tocchi.

leggi

Salon Shadows

Salon Shadows

Una manicure da salone, veloce da realizzare ma dalla forte personalità: una mandorla che si veste di eleganti ombreggiature e di un raffinato decoro floreale.

leggi

French Gioiello

French Gioiello

Una French manicure preziosa, dove cangianti riflessi glitterati oro e argento illuminano il bordo libero rendendolo un vero e proprio gioiello da sfoggiare.

leggi

Rock Candycane

Rock Candycane

Giochi di luce ultra chic per una manicure che rivede in chiave glam rock una classica golosità invernale: gli irresistibili bastoncini di zucchero.

leggi

Velvet Winter

Velvet Winter

Un verde invernale e vellutato assume particolare raffinatezza grazie a boccioli aperti di rose bianche, simbolo di purezza ed emblema di femminilità.

leggi

Gocce Glitter

Gocce Glitter

Una proposta portabile ma dal gusto ricercato: una base viola scuro dal finish vellutato, illuminata da uno scintillante decoro ricoperto di glitter in due colori.

leggi

Snowy Sunset

Snowy Sunset

La manicure si fa tela di un paesaggio incantato, eseguito all'acquerello con i delicati colori della natura invernale.

leggi

Cosmoprof 2019

Cosmoprof 2019

Le tecnologie produttive più all'avanguardia, i prodotti più innovativi, le proposte più sostenibili per l'ambiente: l'industria cosmetica del futuro si presenta a Cosmoprof Worldwide Bologna 2019. 
Per facilitare il percorso di visita agli oltre 250.000 operatori professionali, l'edizione 2019 conferma la targetizzazione delle date di apertura e rafforza la distinzione tra le aree di visita in base al settore merceologico, con una nuova e più funzionale disposizione dei padiglioni. 

leggi

Ivana Bednarikova - L'Intervista

Ivana Bednarikova - L'Intervista

In questo nuovo appuntamento con i protagonisti del mondo Nail, diamo voce a un esempio virtuoso di impreditoria femminile di successo: Ivana Bednarikova, che, insieme a Cristina Lovato, distribuisce il brand Eniinails Italia.

leggi

ABBONATI A NAILPRO

ABBONATI A NAILPRO

Nailpro arriva direttamente a casa tua o presso il tuo centro! Scopri la formula di abbonamento più adatta alle tue esigenze.

ABBONATI O REGALA NAILPRO